Trieste, ecco perché il candidato sindaco no vax dopo il voto sarà processato

Il giudice dispone la fine dei domiciliari per Ugo Rossi. La prima udienza a suo carico fissata il 27 ottobre

TRIESTE Può tornare a dedicarsi alla campagna elettorale, senza i vincoli di un arresto ma con il peso di un processo da affrontare. Ugo Rossi, il candidato sindaco del Movimento 3V protagonista della scenata di martedì all’esterno dell’ufficio postale di viale Sanzio, giovedì è stato liberato dalla detenzione ai domiciliari che stava scontando dopo la colluttazione con i carabinieri.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Halloween a tavola: afrodisiaca e antispreco, cosa c'è da sapere sulla zucca

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi