Contenuto riservato agli abbonati

Sequestrata all’Isola dei bagni una rete da pesca da 300 metri: liberati 30 kg di pesce pregiato

Operazione della Guardia costiera al largo di Panzano. I pescatori di frondo, scappati, avevano tranciato l’attrezzo a un estremità

MONFALCONE Ormai con il fiato sul collo, i pescatori di frodo non hanno potuto fare altro, ieri alle prime ore del mattino, che tranciare di netto, con una lama, la maxi rete e fuggire a tutta birra. Di lì a poco, infatti, è piombata sulla scena dell’illecito, negli specchi acquei dell’Isola dei Bagni, la Guardia costiera di Monfalcone. E il personale della Capitaneria, trovandosi di fronte a 300 metri di rete illegale, finita poi sotto sequestro, ha subito provveduto a liberare numerose specie ittiche pregiate.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Halloween a tavola: afrodisiaca e antispreco, cosa c'è da sapere sulla zucca

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi