Contenuto riservato agli abbonati

Omicidio Tulissi, l’imprenditore Paolo Calligaris assolto per non aver commesso il fatto

TRIESTE «Assolto per non aver commesso il fatto». Così la Corte d’assise d’appello di Trieste, chiamata a giudicare Paolo Calligaris, l’imprenditore di 51 anni di Cividale che in primo grado era stato condannato per l’omicidio volontario dell’allora compagna Tatiana Tulissi. La sentenza è stata emessa dopo quasi 8 ore di camera di Consiglio.

L’udienza, cui era presente l’imputato - che l’11 novembre dell’anno scorso si era gravemente ferito mentre lavorava in un’area boschiva di Premariacco e che per questo era rimasto ricoverato per tre mesi in ospedale -, era cominciata alle 9.30

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid. Bambini a scuola, come evitare i contagi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi