Trieste, evade dai domiciliari e violenta due turiste

Il 28enne ha invitato le giovani a unirsi a lui e altri amici a casa sua. Poi gli abusi, l’allarme lanciato dalle ragazze e l’arresto

TRIESTE Ha violentato due ragazze di vent’anni: due turiste straniere che erano in vacanza qui in città.

I carabinieri della Compagnia di via Hermet hanno arrestato un ventottenne di origini slovene residente a Trieste. Il giovane, R.A. le sue iniziali, ha commesso gli abusi mentre si trovava in regime di detenzione domiciliare. Ora dovrà rispondere di evasione e violenza sessuale aggravata.

Stando alle ricostruzioni investigative, tutto è avvenuto nell’arco di una serata. Le turiste avevano conosciuto il ventottenne nelle vie del centro cittadino nel tardo pomeriggio di venerdì scorso.

Lui, nonostante la misura detentiva domiciliare alla quale era sottoposto per altri reati, stava festeggiando il compleanno con alcuni amici fuori di casa. E così, dopo un po’, l’uomo ha invitato le ragazze a unirsi alla comitiva.

Il gruppo ha poi proseguito la serata nell’abitazione di R.A., dove ha consumato alcolici e stupefacenti. La serata è continuata così, fino a tarda notte.

A un certo punto, dopo che gli invitati se ne sono andati, una delle due ragazze si è appartata con un amico del festeggiato. Il ventottenne è quindi rimasto solo con l’altra donna. È in quel momento che ha approfittato: si è scagliato su di lei all’improvviso, immobilizzandola. Poi l’ha costretta a un rapporto sessuale.

La giovane, sotto choc e terrorizzata, è riuscita a fuggire dall’alloggio. E quando era ormai all’esterno ha contattato telefonicamente la connazionale riferendole quanto le era accaduto pochi istanti prima.

Ma l’amica si trovava ancora in quella casa. Non appena ha capito cosa era successo, pure lei si è allontanata dall’appartamento. Lo ha fatto con una scusa, in modo da non destare sospetti.

Ma il ventottenne se ne è accorto. L’ha seguita e raggiunta in strada. Approfittando che nei paraggi non c’era nessuno, R.A. l’ha bloccata e palpeggiata più volte nelle parti intime.

La giovane straniera è comunque riuscita a divincolarsi. È scappata e ha chiesto aiuto.

Nel giro di pochi minuti sono intervenuti sul posto i carabinieri. Le due turiste sono state subito soccorse e accompagnate all’ospedale Burlo Garofolo per le cure del caso.

A quel punto sono scattate le ricerche dell’uomo. I militari dell’Arma non hanno impiegato troppo tempo. «Le immediate indagini avviate dal Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Via Hermet – si legge in un comunicato stampa diramato nella tarda mattinata di ieri dal Comando provinciale – hanno permesso di identificare rapidamente l’aggressore e a trarlo in arresto».

Il ventottenne è finito in manette. Al momento si trova in una cella del Coroneo a disposizione dell’autorità giudiziaria. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Trieste, sabato mattina continua il presidio dei portuali

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi