Trieste, disordini nella posta di San Giovanni: arrestato il candidato sindaco Ugo Rossi

Secondo alcune testimonianze i disordini sarebbero stati innescati in seguito a un problema insorto dopo che due clienti si sono presentati agli sportelli senza mascherina

TRIESTE Il candidato del movimento 3V Ugo Rossi è stato portato in caserma dei carabinieri di Trieste e arrestato.

Trieste, disordini in posta: il candidato sindaco Ugo Rossi portato via dai carabinieri

E’ accaduto in seguito ad alcuni disordini scoppiati intorno all’ora di pranzo, martedì 21 settembre, all’esterno della posta di viale Raffaello Sanzio, nel rione di San Giovanni.

Disordini in Posta a Trieste, il candidato Ugo Rossi al megafono

La miccia è stata provocata dalla decisione di due clienti di non indossare la mascherina all’interno dell’ufficio postale.

Ne è scaturito un diverbio con gli addetti allo sportello in seguito al quale i clienti sono stati fatti uscire.

All’esterno si è presentato il candidato a sindaco Rossi munito di megafono. All’arrivo delle forze dell’ordine ne è scaturita una colluttazione e di seguito Rossi è stato arrestato. 

Da quanto si apprende ci sono due feriti tra le forze dell’ordine.

Ecco il comunicato diffuso dai carabinieri:

I Carabinieri della Stazione di Guardiella, nella tarda mattinata, sono intervenuti presso l’ufficio postale di San Giovanni dove erano stati segnalati problemi tra gli addetti all’ufficio e due utenti che rifiutavano di indossare correttamente la mascherina all’interno dei locali.

Una volta giunti sul posto i militari hanno trovato Ugo Rossi, candidato sindaco alle prossime elezioni comunali di Trieste, sopraggiunto per dare sostegno alle due persone che rifiutavano di rispettare le norme anti Covid.

Rossi, alla richiesta dei militari di esibire un documento, si è rifiutato e opponeva una ferma resistenza, culminata in un vero e proprio scontro fisico. Nella circostanza, due carabinieri sono rimasti feriti e sono stati trasportati al pronto soccorso del Cattinara.

Ugo Rossi è stato caricato a fatica su un’auto e portato alla caserma di Via Hermet, dove è stato dichiarato in arresto per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni aggravate.

Al termine delle formalità di rito anche l’arrestato, che ha accusato un malore, è stato portato a Cattinara. Successivamente sarà accompagnato presso la propria abitazione e posto agli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Trieste.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Trieste, entrano i primi camion al Porto

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi