Contenuto riservato agli abbonati

Porto franco di Trieste in regime extradoganale: primo passo al Senato

Approvata dalla Commissione la risoluzione mirata a chiedere a Bruxelles l’inserimento dello scalo nell’elenco speciale in base al Trattato di Parigi del 1947

TRIESTE Dopo anni di lotte, richieste, ipotesi, ma anche lunghi silenzi, forse ci siamo, come hanno sottolineato i sindacati dei lavoratori portuali in un recente convegno. La risoluzione proposta nei giorni scorsi dal senatore Tommaso Nannicini e appoggiata dal governo potrebbe dare inizio a un iter mirato a riconoscere l'extradoganalità territoriale del Porto di Trieste.

Il condizionale resta d'obbligo se si pensa che la normativa di riferimento è quella del Trattato di pace del 1947 e del famoso Allegato VIII.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid. Bambini a scuola, come evitare i contagi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi