Contenuto riservato agli abbonati

Elezioni a Monfalcone spuntano le prime liste. Volante farà una civica con Ar

L’assessore allo Sport Francesco Volante ai tempi dell’alleanza con Giuseppe Nicoli Foto Bonaventura

Corteggiamento in corso: la creatura di Tondo ha già avuto un paio di incontri con l’assessore allo Sport. A destra e sinistra i neofiti iniziano a mobilitarsi

MONFALCONE Le amministrative 2022 a Monfalcone saranno un fondo senza pozzo di speranze. Speranze di ritagliarsi un posto al sole, in quella che si prospetta come la tornata elettorale più attesa della Bisiacaria. Del resto, pur seriamente sfoltita rispetto al 2011, già cinque anni fa la massa degli aspiranti consiglieri comunali appariva in numero monstre: 289, uno ogni cento abitanti. Certo, nell’ancor precedente elezione comunale si era toccata l’abnorme (per una città di meno di 30 mila anime) quota 355. Ed è probabile che la prossima primavera ci sia sempre qualche conticino da fare con la pandemia, che potrebbe un po’ spegnere gli ardori della corsa al municipio e ridimensionare i numeri di aspiranti, ma stando ai primi rumors in città sia a sinistra che a destra si delinea una mobilitazione campale. Chi è al governo punta a rimanerci e magari con una vittoria secca al primo turno. E chi si è visto disarcionare nel 2016 vuole a tutti i costi ritornare in sella.

Così tra le fila dell’opposizione già si vanno delineando le prime liste civiche e pure a destra ci sono campagne di scouting in corso. La maggioranza, esercitando il ruolo amministrativo, non ha molta necessità di pubblicizzare (per ora) le proprie manovre. Questione anche di tattica. Ci sono però i neofiti che tentano di salire sul carro del vincitore 2016 e quindi si nota un certo attivismo, soprattutto sui social. A dirla tutta pure tra gli uomini e le donne già collaudati sul campo, cioè gli assessori, fervono i riposizionamenti. Recentissimo il caso di Paolo Venni, che pur dovendo dire addio alla fascia di vicesindaco, ha trovato casa e serenità in Progetto Fvg, sostenitore di Massimiliano Fedriga in Regione e certamente di Anna Cisint a Monfalcone.

Ma notizia fresca è che anche l’assessore allo Sport Francesco Volante, attivissimo coi sodalizi e i rioni, vuole muover palla: infatti certamente si ricandiderà ed è assai probabile che sarà «capolista di una civica». Da un anno, peraltro, ci sono contatti in corso con la tondiana Autonomia Responsabile, che Volante «conferma». A fare da trait d’union alcuni esponenti locali fuoriusciti da Forza Italia: si sa, infatti, che tra l’assessore e il segretario provinciale azzurro Giuseppe Nicoli non corre più buon sangue. Volante era stato nominato assessore dal sindaco proprio perché in quota FI (aveva preso la tessera). Poi le cose sono andate come sono andate.

«Dopo un primo incontro con l’architetto Roberto Mattarelli, ne è seguito un altro con il coordinatore locale Carlo Muset», dice l’assessore, che comunque ribadisce altresì l’attaccamento per la civica d’origine Monfalcone responsabile con i fatti, dove è rientrato, sebbene le strade con Giuliano Antonaci si siano ormai divise. Sempre Volante ammette il “corteggiamento” di Ar (non c’è alcun accordo al momento, il quadro si definirà meglio tra un mese), ma «stavolta, visto come è andata a finire con Forza Italia, propendo per una civica alla Volante, con il sottoscritto capolista». E magari all’interno, ospitati, gli esponenti di Ar. Tutto ancora da puntellare, comunque. Lo scenario è politicamente fluido. Ma la lista senz’altro «raccoglierà diverse donne e anche giovani studenti universitari». E, quasi superfluo dirlo, «sosterrà certamente il centrodestra a supporto di Anna Cisint».

Video del giorno

Friday for Future a Gorizia: centinaia di giovani sfilano per l'ambiente

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi