Contenuto riservato agli abbonati

Covid, comprensori sciistici: ecco l’elenco dei Comuni che otterranno i ristori

La Giunta ha approvato una delibera ad hoc

TRIESTE. La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, ha approvato nell'ultima seduta una delibera con cui vengono identificati i Comuni ubicati all'interno dei comprensori sciistici o facenti parte della filiera turistica dei comprensori del Friuli Venezia Giulia ai quali verranno poi, con un secondo provvedimento, destinate le risorse a titolo di ristoro per la mancata apertura al pubblico degli impianti nella stagione 2020/2021. Lo rende noto la Regione.
Lo Stato - ricorda una nota - ha previsto una dotazione complessiva di 700 milioni per il 2021 destinato alla concessione di contributi in favore di soggetti esercenti attività di impresa di vendita di beni o servizi al pubblico nei comuni ubicati all'interno di comprensori sciistici. Di tutte le risorse, 430 milioni andranno a favore di chi gestisce gli impianti di risalita a fune. Altri 40 sono erogati in favore dei maestri di sci e infine 230 sono assegnati alle Regioni e alle province autonome di Trento e di Bolzano in favore delle imprese turistiche.
Nel provvedimento dell'Esecutivo regionale è stato definito

l'elenco dei comprensori sciistici e dei Comuni in essi ubicati;
per Sella Nevea, le municipalità di Resia e Chiusaforte, per lo
Zoncolan Ravascletto e Sutrio e per Piancavallo i Comuni di
Aviano e Budoia. Infine i comuni di Tarvisio, Sappada, Sauris e Forni di Sopra sono ricompresi all'interno degli omonimi comprensori. La delibera di Giunta individua inoltre i Comuni facenti parte della filiera turistica dei comprensori sciistici: Arta Terme, Aviano, Budoia, Cercivento, Chiusaforte, Cimolais, Claut, Comeglians, Forni Avoltri, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Lauco, Malborghetto Valbruna, Ovaro, Paluzza, Paularo, Prato Carnico, Ravascletto, Resia, Rigolato, Sappada, Sauris, Sutrio, Tarvisio e Treppo Ligosullo.

Pertanto, le imprese turistiche attive nei comuni dei comprensori e in quelli della filiera turistica potranno ricevere i ristori previsti.

Video del giorno

Friday for Future a Gorizia: centinaia di giovani sfilano per l'ambiente

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi