Contenuto riservato agli abbonati

Addio a Covach, istituzione triestina dell’artigianato con le creazioni firmate “L’isolachenonc’è”

Si è spenta a 66 anni. A lungo aveva lavorato nel laboratorio di via Punta del forno, poi l’attività si era spostata dal centro

TRIESTE. I sandali in cuoio e le cinture più particolari, gli zaini e le borse indistruttibili, i guinzagli resistenti anche al più irruento molosso a Trieste portano una firma, quella di Annaflora Covach. E ora che lei, a 66 anni, se ne è andata, L’Isolachenonc’è sarà un marchio da conservare gelosamente, ricordando una delle figure che hanno incarnato più di altre l’artigianato nel senso profondo del suo significato.

Video del giorno

Bari, rimorchiatore affonda al largo della costa pugliese: le operazioni di soccorso

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi