In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Matteo Femia / CORMONS

Il nome del nuovo parroco di Cormons verrà ufficializzato entro la fine di settembre. È quello che l’Arcivescovo Carlo Redaelli ha promesso al consiglio pastorale della cittadina collinare al termine dell’incontro che si è svolto giovedì sera in parrocchia in cui il prelato ha ascoltato le istanze e le posizioni espresse dai rappresentanti delle parrocchie di Cormons, Borgnano, Brazzano e Dolegna, che si sono trovate improvvisamente senza pastore dopo la decisione di Redaelli di spostare il parroco, don Paolo Nutarelli a Grado, della quale il sacerdote è originario.

Un cambiamento inatteso da tutta la comunità e che ha spiazzato i fedeli, affezionati da 17 anni a Donpi: non facile si è rivelato da subito sbrogliare la matassa relativa al suo successore. Prova ne sia che ad ormai due settimane dall’annuncio dello spostamento di Nutarelli a Grado, ancora non ci siano ufficialità su chi prenderà il suo posto: e nulla in tal senso è trapelato dalla bocca di Redaelli nemmeno nell’incontro di giovedì coi rappresentanti del consiglio pastorale cormonese, i quali gli hanno fatto presente «la necessità di portare avanti il lavoro svolto sin qui da don Paolo».

«Ormai la sua permanenza non è più oggetto di discussione – racconta uno degli esponenti del consiglio – ma ciò che chiediamo all’Arcivescovo è che al suo posto possa arrivare qualcuno che possa e voglia proseguire sul percorso iniziato da Donpi in questi anni. Cormons, Borgnano, Brazzano e Dolegna sono un’area importante per la Diocesi, bisogna andare avanti nel cammino svolto sin qui». Ascoltate le parole dei fedeli (Redaelli è tornato a Cormons dopo aver annunciato la partenza di don Paolo perché nella prima occasione non c’era stato abbastanza tempo per confrontarsi con tranquillità col consiglio pastorale) Redaelli ha promesso una soluzione.

«Entro la fine di settembre – spiega ancora il membro del consiglio pastorale – ci ha assicurato che designerà chi prenderà il posto di don Paolo». In pole position restano due nomi: don Stefano Goina e don Mirko Franetovich. Il primo arriverebbe dalla parrocchia del Sacro Cuore dopo le esperienze a Gradisca e Farra, il secondo da Ronchi. È ancora presto però per formulare ipotesi certe: lo stesso Redaelli non ha anticipato alcuna soluzione definitiva per il momento e continua quindi a sfogliare la margherita. Ma nelle prossime due settimane le comunità di Cormons, Borgnano, Brazzano e Dolegna sapranno chi sarà il loro nuovo pastore. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori