Contenuto riservato agli abbonati

Sparatoria in via Carducci, manca il bracciale elettronico e gli indagati restano in cella

Ancora in carcere i due kosovari per i quali erano stati disposti i domiciliari

TRIESTE. Sono ancora in carcere i due kosovari indagati per la sparatoria di sabato mattina in via Carducci. Il gip Massimo Tomassini aveva disposto nei loro confronti la misura cautelare degli arresti domiciliari. Ma il bracciale elettronico, necessario a dare seguito al provvedimento, non è ancora disponibile.

La Procura dal canto suo presenterà formale impugnazione contro la decisione del gip depositando un ricorso al Tribunale del Riesame.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, sabato mattina continua il presidio dei portuali

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi