Contenuto riservato agli abbonati

Zaratino nella morsa del fuoco: fiamme a pochi metri dalle abitazioni

Foto tratta dal sito hrt.hr

Oltre quaranta vigili del fuoco impegnati per spegnere un incendio nelle vicinanze dell'abitato di Rasanze. A fuoco anche l’ospedale psichiatrico di Ugliano

ZARA Incendi nello Zaratino, tra bora e dolo. Una quarantina di vigili del fuoco, supportati da due velivoli air tractor, sono riusciti stamani – 7 settembre – a circoscrivere il rogo divampato nella serata di lunedì nelle vicinanze dell'abitato di Rasanze (Ražanac), località che si affaccia sul Canale del Velebit (Alpi Bebie) e situata a circa 22 chilometri da Zara.

Si è capito subito che le fiamme, alimentate dalla bora sferzante, avrebbero dato dei grossi grattacapi ai pompieri e così in effetti è stato. Una quarantina di soccorritori, provenienti da Zara, dalla stessa Rasanze e dalle vicine San Cassiano, Nona, Pljusak, Povljana e Pago, sono stati impegnati allo stremo nel difendere le case della frazione di Stojići, i cui abitanti ad un certo punto se la sono vista davvero brutta, con le fiamme a poche decine di metri dalle loro abitazioni.

Gli sforzi sono stati premiati e intorno alle 3 di notte il rogo è stato messo sotto controllo, venendo circoscritto un paio d'ore dopo nella misura del 95%.

È rimasta attiva una linea di fuoco lunga non più di 150 metri, che comunque non ha dato problemi ai pompieri, aiutati nell'opera di spegnimento dai due citati velivoli. Il fuoco è riuscito a distruggere circa 200 ettari di pineta, arbusti ed erba, sfiorando soltanto un gruppo di case. È stato comunicato che durante le operazioni un pompiere professionista di Zara ha riportato ferite leggere e guaribili in poco tempo.

Si sospetta sia di origine dolosa l'incendio scoppiato lunedì pomeriggio, dopo le 15, all’ospedale psichiatrico di Ugliano, isola dell'arcipelago zaratino. A far propendere gli inquirenti per il dolo il fatto che le fiamme si sono sviluppate contemporaneamente e in tre luoghi dell'area dell' ospedale (si estende su una superficie di 40 ettari).

Contattato dai media, il direttore della struttura, Mladen Mavar, ha dichiarato che ad un certo punto le fiamme hanno interessato il tetto di uno degli edifici dell' ospedale, con i pazienti che però erano stati evacuati in tempo. Nessuno è rimasto ferito.

A spegnere il rogo sono stati vigili del fuoco delle isole di Ugliano e Pasman e due aerei del tipo Canadair. Le fiamme hanno ridotto in cenere il 90% della pineta all'interno del nosocomio. 

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi