Tossine oltre i limiti: proibiti i “pedoci” tra Duino e Santa Croce

Nuovi stop finché i valori non rientreranno nella norma dopo quello a Muggia per eccessiva presenza di batteri

DUINO Scatta il divieto di raccolta e commercializzazione dei “pedoci” allevati davanti a Duino e Santa Croce, nei tratti di mare identificati come zone di produzione “10 Ts Duino” e “06 Santa Croce”. Lo hanno stabilito due apposite ordinanza del Dipartimento di prevenzione dell’Asugi, per «garantire la sicurezza degli alimenti, la tutela del cittadino consumatore e la lealtà degli scambi commerciali, in conseguenza dei risultati registrati dall’Istituto profilattico delle Venezie, che evidenziano – si legge nel testo diffuso dall’Azienda sanitaria – la non conformità alle norme sanitarie per superamento dei limiti di biossina algale liposolubile».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste Opicina Historic, le auto d'epoca signore in Ponterosso

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi