Sparatoria in via Carducci: tre nuovi arresti, trovata un’altra pistola

A sinistra le tracce di sangue ancora visibili nell'area della sparatoria domenica 5 settembre (foto Bruni); a destra la pistola in una foto di Bogdan Iancu

TRIESTE L’indagine della Squadra mobile di Trieste non si ferma. Nelle ultime ore gli agenti, coordinati dalla Procura, hanno messo a segno altri tre arresti.

 Si tratta sempre di kosovari che hanno preso parte alla sparatoria di sabato 4 settembre in via Carducci. E intanto, si scopre che uno dei feriti soccorsi sul posto, era pure lui in possesso di una pistola.

Foto Bruni. Via Carducci il giorno dopo la sparatoria

La Questura ha diramato un comunicato che chiarisce alcune circostanze. Lo riportiamo integralmente

“In data 4 settembre, circa alle 8, in questa via Carducci dinanzi ad un bar colà ubicato si è verificata una violenta aggressione con l’utilizzo di armi da fuoco e oggetti contundenti: al termine della lite 7 persone di nazionalità kosovara sono risultate ferite, di cui 2 in maniera seria. 5 sono state ricoverate presso l’Ospedale cittadino di Cattinara, le altre 2 presso l’Ospedale di Monfalcone in Provincia di Gorizia.

A seguito dell’aggressione, almeno due soggetti di nazionalità kosovara si sono dati alla fuga a bordo di un’autovettura, ma sono stati prontamente bloccati, subito dopo aver varcato il confine provinciale, nei pressi di Monfalcone dagli agenti del Commissariato di P.S. di Duino-Aurisina e di Monfalcone nonché dagli operatori della Polizia Stradale.

Gli stessi, dopo una prima ricostruzione dei fatti da parte degli investigatori della Squadra Mobile e dopo i rilievi della Polizia Scientifica, sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto per concorso in tentato omicidio e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente, mentre uno dei sette feriti trovati sul luogo dei fatti, dopo le prime cure, è stato tratto in arresto per detenzione illegale di armi da sparo.

Nello stesso pomeriggio, dopo un blitz della Squadra Mobile e delle U.O.P.I. della Polizia di Stato in una villetta di una zona residenziale di Trieste, sono stati rintracciati altri 3 soggetti kosovari, che avevano partecipato ai fatti delittuosi. Gli stessi, che risultavano feriti da varie contusioni su tutto il corpo, sono stati trasportati presso l’Ospedale di Monfalcone: dopo le prime cure, due di essi sono stati dimessi e tratti in arresto per concorso in tentato omicidio, mentre il terzo è in attesa di essere condotto presso la Casa Circondariale.

Sono in corso accertamenti, anche a mezzo delle telecamere della zona, per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Trieste, di concerto con quella di Gorizia”. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Vinitaly, Zanette (Prosecco Doc): "Ora vogliamo crescere in valore"

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi