Contenuto riservato agli abbonati

Piano dell’Ue per i profughi afghani, ma arriva il no di Polonia e Slovenia

Al confine con la Bielorussia sono già iniziati i lavori per la costruzione di un muro alto due metri e mezzo

INVIATO A BRUXELLES Nel giro di una settimana, l’Unione europea potrebbe annunciare il numero di cittadini afghani che è disposta ad accogliere attraverso i corridoi umanitari. O almeno questo è l’obiettivo che si sono posti i vertici istituzionali di Bruxelles e i funzionari che stanno gestendo i contatti con le capitali per definire i dettagli del piano. La presidenza slovena ha convocato per oggi una riunione dei 27 ambasciatori proprio per discutere della questione, mentre la prossima settimana ci sarà un vertice straordinario dei ministri dell’Interno.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi