Contenuto riservato agli abbonati

De Manzini: «Servono professionisti. Dopo il trauma del Covid sanato un ritardo storico»

Il direttore del dipartimento di scienze mediche, chirurgiche e della salute: «Dalle borse alle garanzie di contratti in tempi rapidi, è partito un circolo virtuoso». Prima della pandemia le ondate di pensionamenti non erano state sostituite in modo adeguato

TRIESTE. La pandemia ha aumentato esponenzialmente nell’opinione pubblica la consapevolezza di quanto bisogno ci sia di medici e professionisti sanitari e finalmente il Governo, dopo almeno un decennio di appelli accorati da parte dell’Ordine dei medici e non solo, ha allargato le maglie del numero chiuso nei corsi di laurea e specialità d’area medica e sanitaria, e ha offerto ai professionisti maggiori garanzie di presa di servizio in tempi rapidi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Tarvisio, percorre l'autostrada contromano sfiorando gli altri veicoli: bloccato dalla polizia

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi