Contenuto riservato agli abbonati

Invasione di cinghiali alle porte di Gorizia

L’agricoltore Pierino Blasig sconsolato in mezzo nei campi di mais nelle località Molamatta e Saletti devastati dai cinghiali

Hanno cambiato versante esasperando gli agricoltori: «Più che i danni deprezzano il terreno e non sappiamo cosa seminare»

GORIZIA Un’invasione vera e propria. Da Oslavia, a Lucinico, passando per Piuma e Piedimonte, a due passi dall’abitato di Gorizia. E ora, nuovamente, si spingono sino al territorio di Farra e persino Gradisca. Puntuali come ogni anno, ma numericamente sempre più in forze, i cinghiali tornano a devastare le colture di tutto l’Isontino. Di fatto circondando Gorizia, con incursioni anche nel centro abitato.

Un

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, la protesta del "caffè contro il Green Pass" in piazza Unità

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi