Contenuto riservato agli abbonati

Piccoli amici al Burlo, ora gli animali di casa potranno visitare i bambini ricoverati

Al via la nuova procedura di “Pet visiting”, regolamento anti-Covid Il direttore Dorbolò: «Positivizza la degenza e favorisce la guarigione»

TRIESTE. Potranno coccolare i loro cani e gatti. Potranno giocarci e passare un po’ di tempo insieme. Da martedì 10 agosto si apriranno le porte dell’Irccs Burlo Garofolo agli animali d’affezione dei pazienti. Non si tratta chiaramente di un liberi tutti, in quanto l’accesso all’ospedale sarà consentito previa autorizzazione, ma il muro che impediva l’ingresso a cani e gatti, per il momento non altri animali, è caduto.

Il direttore generale dell’Irccs Stefano Dorbolò ha spiegato che «lavoriamo per cercare di far sì che il periodo di ricovero sia il meno distante possibile dalla vita di ogni giorno.

Video del giorno

Comunali 2022, primo dibattito pubblico tra candidati sul futuro di Gorizia

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi