Contenuto riservato agli abbonati

Grado torna all’epoca dei concertini con “Paése”, il nuovo pezzo del cantante 80enne Pastoricchio

È l’ultima riporta al passato con i numerosi locali, la musica e la vita della gloriosa epoca turistica 

GRADO L’ultima incisione fatta dall’ottantenne Valerio Pastoricchio (la voce, chiara, limpida è quella di sempre) porta indubbiamente indietro nel tempo per ricordare personaggi e la vita di quell’epoca gloriosa per il turismo gradese quando in tanti, davvero tanti, locali la musica proprio non mancava.

Il brano inciso ora da Valerio Pastoricchio, quello che, assieme ad altri, si può considerare uno, se non il re dei concertini gradesi e quello che indubbiamente ha fatto conoscere Grado attraverso le canzoni anche all’estero, si intitola “Paése” ed è stata scritta negli Settanta da uno dei più famosi autori e poeta gradese, Edi Tonon.

Video del giorno

Sul Carso triestino l'incontro notturno con due piccoli caprioli

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi