Via a mille test salivari nelle scuole sentinella. Ancora senza titolari quasi 1.600 cattedre

Beltrame

Nuova riunione del tavolo interistituzionale allargato ai sindacati. Beltrame illustra i dati degli organici. Entrati in ruolo 839 prof

Riccardo Riccardi, dopo le anticipazioni di due giorni fa, ufficializza l’operazione tamponi salivari a campione nelle scuole del Friuli Venezia Giulia. Scuole “sentinella”, le chiama l’assessore alla Salute, ieri, 3 agosto, a un nuovo tavolo interistituzionale, presenti pure i sindacati. In quegli istituti, precisa Riccardi, l’obiettivo comune con i dipartimenti di Prevenzione è di mettere in campo mille controlli al giorno, «utile misura preventiva che vedrà il coinvolgimento della Protezione civile per le operazioni di trasferimento dei campioni». Pc che «potrà essere utilizzata anche per contribuire a evitare assembramenti nelle fasi di afflusso e deflusso precedenti e successive alle lezioni».

La giunta era rappresentata al tavolo anche da Graziano Pizzimenti e Alessia Rosolen. L’assessore ai Trasporti, visto il piano dei prefetti di prevedere la presenza di una quarantina di mezzi aggiuntivi per portare i ragazzi in presenza al 100% a scuola con l’80% della capienza, non ha escluso ulteriori sforzi della Regione per aumentare, se necessario, la flotta di veicoli privati (ipotesi di lavoro per i collegamenti con i paesi, non per quelli urbani). L’obiettivo comune, ha rimarcato Pizzimenti, «è che i ragazzi arrivino in classe in sicurezza e in un turno unico». Per la fase di ripartenza, ha aggiunto la collega all’Istruzione, «i 3 milioni stanziati in assestamento permetteranno di fare fronte alle eventuali carenze di organico e a potenziali emergenze didattico-organizzative. Quelle risorse saranno gestite sulla scorta di un protocollo che sarà siglato con l'Ufficio scolastico regionale in un quadro di piena collaborazione». Rosolen parla più in generale di un incontro «proficuo», giudizio favorevole che è anche dei sindacati. Cgil, Cisl e Uil, in un comunicato congiunto, sostengono che si sta andando «nella giusta direzione, ma servirà proseguire sulla strada del confronto». E coinvolgono nella valutazione positiva anche l’Ufficio scolastico regionale che, con la direttrice Daniela Beltrame, ha fatto il punto sugli organici.

L’Usr, fa sapere Beltrame, «è riuscito a fare 839 nomine in ruolo di docenti su 2.437 posti vacanti iniziali dopo i pensionamenti e i trasferimenti in uscita, grazie ai 15 concorsi straordinari dell’ottobre 2020 con pubblicazione delle graduatorie entro inizio giugno 2021. Ora, dunque, restano 1.598 posti da assegnare a supplenza, dato che il concorso ordinario bandito nel 2020 non è stato espletato a causa dell'emergenza sanitaria». I tempi delle nomine? «Quelle in ruolo sono state anticipate di un mese, al 31 luglio, per poter fare le supplenze entro il 31 agosto. Ce la faremo se il sistema informatizzato funzionerà alla perfezione». Tempestività promossa dalle categorie, che da parte loro sollecitano «l’adozione di misure per rafforzare i controlli davanti alle scuole e nelle fermate più affollate, per garantire il rispetto dei distanziamenti, e la definizione di misure da adottare, una sorta di piano B, nella malaugurata ipotesi di impennate nei contagi e di un inasprimento delle restrizioni».

Soddisfazione di Cgil, Cisl e Uil pure sui 3 milioni per il personale, nell’attesa che Roma «bissi il contingente Covid dell’anno scorso, oltre 1.800 assunzioni in Fvg tra docenti e Ata, al momento non confermate», e sull’adesione del personale scolastico alla campagna vaccinale. Quanto ai fondi regionali per contenere il costo dei tamponi per le famiglie con ragazzi senza il Green pass, la presidente dei presidi Fvg Teresa Tassan Viol auspica che «a essere agevolati siano gli under 12, la fascia d’età che, il vaccino, non lo può fare». Una linea non condivisa dal sindacato.

Video del giorno

Trieste, attracca sulle Rive il cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi