Contenuto riservato agli abbonati

Overdose in via Galleria, è caccia allo spacciatore

La Procura indaga sul ventiseienne deceduto per overdose

TRIESTE La Procura indaga sul ventiseienne deceduto per overdose. Federico, questo il suo nome, è stato trovato morto la scorsa settimana in un alloggio di via della Galleria. In casa c’era metadone.

Il fascicolo è affidato al pm Matteo Tripani che ha già disposto l’autopsia per capire con esattezza cosa ha ingerito la vittima. Si presume proprio il metadone, ma non si esclude che il ragazzo possa aver assunto anche altro. O che la sostanza sia stata tagliata male. L’ipotesi di reato, al momento a carico di ignoti, è chiara: “morte come conseguenza di altro delitto”. In altri termini, un decesso determinato dallo spaccio.

La Mobile sta cercando chi ha fornito il metadone.

La famiglia del giovane è tutelata dagli avvocati Monica Di Maria e Alberto Tarlao. «Siamo convinti che vi sia responsabilità di terzi – affermano i legali – e faremo quanto in nostro potere affinché vi sia giustizia per la perdita di una così giovane vita».—

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Trieste, attracca sulle Rive il cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi