Minaccia i poliziotti durante la manifestazione contro il Green pass a Gorizia: arrestata

La donna, 65 anni e con precedenti, prima ha rifiutato di fornire le proprie generalità e poi ha assunto un atteggiamento minaccioso e violento

GORIZIA Una donna di 65 anni, residente a Gorizia e già nota alle forze dell’ordine, è stata arrestata nel corso della manifestazione contro il Green Pass andata in scena nel pomeriggio di sabato 31 luglio a Gorizia. La kermesse era stata promossa dal movimento virtuale “Consenso Disinformato” e ha visto una settantina di persone riunirsi nel piazzale della Casa Rossa scandendo ad alta voce slogan contro l’introduzione del green pass e inneggianti la libertà.

La 65enne è apparsa particolarmente attiva nell’animare la protesta e ha invitato i presenti a raggiungere il Municipio per ottenere maggiore visibilità. La donna si è rifiutata di fornire le proprie generalità a una pattuglia della Squadra Volante intervenuta sul posto per identificarla.

Dopo un’ulteriore richiesta da parte dei poliziotti e del personale della Digos presente sul posto, la donna si è opposta nuovamente, mettendo in atto atteggiamenti dapprima provocatori e oppositivi ed in un secondo momento minacciosi e violenti nei confronti dei poliziotti che sono stati costretti ad arrestarla.

Nella stessa giornata altre manifestazioni No Green pass si sono svolte a Trieste, in piazza della Borsa, e a Ronchi dei Legionari al parco “Excelsior”, in collaborazione con l’associazione Alister contro l’introduzione del green pass: all’evento hanno partecipato circa 300 persone senza che si verificassero fatti di rilievo per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Video del giorno

Friday for Future a Gorizia: centinaia di giovani sfilano per l'ambiente

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi