Contenuto riservato agli abbonati

Migliora la bimba di 3 anni ricoverata al Burlo dopo aver rischiato di annegare a Doberdò

L'ospedale Burlo Garofolo di Triete. Foto Bruni

La piccola non sarebbe più in prognosi riservata, ma l’età e il principio di annegamento di cui è rimasta vittima inducono comunque i sanitari alla prudenza

TRIESTE La bimba di tre anni ricoverata al Burlo Garofalo di Trieste dopo aver rischiato di annegare nella vasca del giardino di una casa nei pressi di Doberdò del Lago è in netto miglioramento e non sarebbe più in prognosi riservata. L’età della piccola e il principio di annegamento di cui è rimasta vittima inducono comunque i sanitari alla prudenza e la piccola rimarrà quindi ancora sotto osservazione.

Secondo le prime ricostruzioni la bambina, residente a Ronchi dei Legionari, è entrata nella vasca ma per qualche motivo non è riemersa.

Dopo il soccorso del padre, intervenuto con i primi aiuti, la piccola continuava a presentare problemi respiratori, ragion per cui si è ricorsi ai sanitari: questi hanno deciso di elitrasportarla all’ospedale infantile del capoluogo giuliano, dove si trova tutt’ora ricoverata.

Video del giorno

Friday for Future a Gorizia: centinaia di giovani sfilano per l'ambiente

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi