Contenuto riservato agli abbonati

Un fulmine si abbatte su Cormons: centralina e lampioni fuori uso

Ha danneggiato l’impianto intorno a via Armistizio oltre alla zona del Foro Boario. Ci vorranno tra i 20 e i 30 giorni lavorativi per ricevere le lampade a led sostitutive

CORMONS Un fulmine manda in tilt il sistema d’illuminazione della zona di via Armistizio e il Comune è costretto a sostituire centralina e punti luce andati fuori uso. Il maltempo dei giorni scorsi ha causato danni all’illuminazione della zona del parco giochi del Foro Boario: interessate dal blackout, oltre a via Armistizio, anche le vicine via Collodi, via San Daniele e via Conti Zucco (queste ultime due in modo parziale). E Palazzo Locatelli è dovuta intervenire per far fronte all’emergenza e cercare di limitare il più possibile le notti al buio in quelle strade.

«Purtroppo alcune zone della città, tra cui quella colpita in questi giorni dalla saetta che ha causato il blackout in questione – commenta il sindaco Roberto Felcaro –, hanno apparecchiature piuttosto vetuste e non in grado di reggere l’urto nel caso di uno shock come quello causato da un fulmine caduto nelle vicinanze. Per questo abbiamo dovuto predisporre un intervento che andasse a sostituire la centralina e, pian piano, dovremo sostituire diversi punti luce nelle zone colpite dall’evento atmosferico. Purtroppo alcune aree del nostro territorio comunale hanno ancora impianti illuminotecnici piuttosto vecchi, che necessitano di essere sostituiti perché vanno facilmente in difficoltà di fronte ad importanti scariche temporalesche. Sotto questo punto di vista, siamo riusciti nel tempo a risolvere il problema delle bombe d’acqua e degli allagamenti in alcune aree vulnerabili della città, ora è tempo di mettere mano anche a questa problematica riguardante alcuni lampioni e centraline».


Il sindaco, entrando nello specifico dell’intervento da effettuare, spiega: «La strada più colpita è stata via Armistizio dove 15 lampade a led installate circa 10 anni fa sono state completamente bruciate; sarà necessario ordinare nuove lampade in quanto il danno causato non consente alcuna riparazione». In questi giorni la ditta individuata dal Comune sta risistemando gli impianti di pubblica illuminazione e i quadri di alimentazione colpiti.

«In via d’urgenza, sempre la ditta incaricata ha installato delle lampade provvisorie a led in via Armistizio al fine di garantire una base minima di illuminazione. I tempi per l’arrivo delle nuove lampade sono stimati dalla ditta in circa 20-30 giorni lavorativi», conclude Felcaro. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Trieste, la contestatrice no vax irrompe sul palco di Letta

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi