Miccoli si dimette dopo pochi giorni da allenatore della Primavera della Triestina

L’annuncio in un post della società. “Commenti che rievocavano le mie vicende giudiziarie” all’origine della scelta. Era arrivato il 22 di luglio

TRIESTE Fabrizio Miccoli si è dimesso da allenatore della Primavera della Triestina Calcio. Lo comunica la società stessa attraverso un post pubblicato su Facebook. Nato a Nardò (Lecce) il 27 giugno 1979 l’ex giocatore di Juventus, Benfica, Fiorentina, Lecce, Perugia, Ternana e Palermo era arrivato a Trieste pochi giorni fa, il 22 luglio. Miccoli fa riferimento ai suoi procedimenti giudiziari come ragione per la scelta (negli ultimi anni l’atleta è stato processato per estorsione aggravata).

Questo il testo pubblicato: “Con estremo rammarico e dispiacere rendo noto di aver rassegnato le dimissioni dall’incarico di collaboratore della squadra Primavera della U.S. triestina Calcio 1918 , dopo un serrato confronto con la proprietà.

Avevo accolto con estremo amore la proposta pervenuta da una società storica, gloriosa e di grande blasone come la Triestina, immediatamente profondendo tutta la mia esperienza maturata negli anni vissuti sul campo da giocatore e con i più giovani calciatori tuttavia, alcuni commenti che rievocavano le mie vicende giudiziarie mi hanno indotto a prendere questa decisione, seppure estranee al calcio.

Ciò l’ho fatto per amore del calcio e cioè del mio lavoro per non dare adito a nessuno di infierire o di additare questo Club, Proprietà Maglia e Tifoseria. Auguro alla Triestina, a tutte le persone che ne fanno parte ed ai propri tifosi le migliori fortune. Ancora una volta sono qui per primo a pagare la mia parte. Fabrizio Miccoli”

Video del giorno

La protesta di una signora no vax davanti a Letta

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi