Contenuto riservato agli abbonati

Firmata a Zagabria l’intesa fra Federesuli e Unione Italiana: «Progetti comuni, spirito europeo»

Formalizzata la collaborazione: Accordo di programma per la creazione di una rete culturale 

TRIESTE Si intitola “Accordo di programma per la creazione di una rete culturale”. Lo hanno siglato la Federazione delle associazioni degli esuli istriani fiumani e dalmati da una parte e l’Unione italiana dall’altra. Il documento rende organica e istituzionalizzata la collaborazione fra le due realtà rappresentative di esuli e rimasti, a lungo divisi - non solo fisicamente - dal confine orientale del duro Novecento e ora pronti a «promuovere le proprie attività culturali e istituzionali nel reciproco interesse per una sempre più ampia conoscenza e per la tutela e la valorizzazione delle identità culturali e storiche delle terre di Istria, Fiume e Dalmazia», dando vita a una serie di progetti comuni.

L’accordo è stato firmato da Giuseppe de Vergottini...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi