Contenuto riservato agli abbonati

Goriziano trovato morto nella sua abitazione

I vigili del fuoco in una foto di repertorio

I vigili del fuoco sono stati allertati da un’amica del 77enne preoccupata perché non riusciva a contattarlo

GORIZIA Nella tarda serata di ieri, giovedì 29 luglio, i vigili del fuoco di Gorizia sono dovuti intervenire in via San Gabriele, nel quartiere Montesanto poco prima del confine con la Slovenia, per entrare in un’abitazione dove il proprietario non rispondeva al telefono. Sono stati allertati da un’amica dell’uomo: la donna tentava, infatti, di contattarlo invano da alcune ore e a quel punto ha lanciato l’allarme.

La squadra dei vigili del fuoco, una volta forzata la porta d’ingresso, ha trovato l’uomo riverso a terra e privo di vita. Si tratta del goriziano Elio Ganzarolli, 77 anni, deceduto con ogni probabilità nella notte precedente.

Sul posto gli agenti della polizia oltre ai sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso, sarà probabilmente disposta l’autopsia da parte della Procura di Gorizia per chiarire in tutti gli aspetti la morte dell’uomo.

In casa sono stati trovati un fucile e una pistola. Ganzarolli, classe 1944, era conosciuto a Gorizia per il suo impegno attivo in passato nel mondo del volontariato e in particolare nella Protezione civile di Gorizia, anche durante la campagna in Abruzzo subito dopo il tragico terremoto dell’aprile 2009.

Video del giorno

Friday for Future a Gorizia: centinaia di giovani sfilano per l'ambiente

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi