Contenuto riservato agli abbonati

Lotta ancora per la vita il motociclista caduto sulla strada per Grado

CERVIGNANO È ricoverato ancora nel reparto di Terapia intensiva dell’ospedale di Udine Matteo Tancredi, il motociclista di 25 anni rimasto coinvolto sette giorni fa in un incidente sulla translagunare.

Il giovane versa in gravi condizioni e lotta per la vita, dopo aver riportato traumi giudicati severi dal personale medico che lo sta seguendo. Tancredi, dipendente della Vrech marmi di Cervignano, stava rientrando da Grado, quando per cause che sono ancora al vaglio degli inquirenti, ha perso improvvisamente il controllo della sua Ducati, finendo contro il guardrail.

Nelle scorse ore la mamma di Matteo, Keti, ha lanciato un accorato appello per trovare eventuali testimoni dell’incidente. Una richiesta che proprio ieri è stata esaudita: l’uomo che per primo ha soccorso Matteo si è messo in contatto con la donna, confermando che al momento dell’incidente non c’erano altre automobili in transito sulla strada che collega Grado ad Aquileia. «Ringrazio tutte le persone che si sono mobilitate per avere notizie sull’incidente, che sabato sera ha avuto mio figlio Matteo. Ho saputo che purtroppo non transitava nessuno nell’ esatto momento. Grazie a tutti per la mobilitazione», ha scritto sui social.

«Il pomeriggio di sabato – racconta la donna – Matteo mi ha detto che sarebbe uscito per andare a fare un giro in moto a Grado. Non era un biker professionista, ma neppure uno sprovveduto: dopo averlo salutato non l’ho più sentito, la sera i carabinieri mi hanno informata di quel che era accaduto».

Amici, conoscenti e tutta la comunità cervignanese in queste ore si è stretta attorno alla famiglia Tancredi, già provata dalla scomparsa del papà di Matteo, il maresciallo capo dell’Esercito Giuseppe, scomparso nel 2019 per una malattia». —

Video del giorno

La protesta di una signora no vax davanti a Letta

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi