Contenuto riservato agli abbonati

Le coppe sul podio: dal “Mangia e bevi” alla “Ovetto” fino agli intramontabili “Spaghetti”

Katia Bonaventura

TRIESTE Le coppe, servite al tavolo, guarnite con panna e impreziosite con salse e biscottini, sono uno dei modi più apprezzati per gustare il gelato. Si sceglie, così, di prendersi il tempo per assaporare comodamente questo dessert, senza rinunciare a una presentazione armonica degli elementi.

«Non è più come una volta che la gente passava ore seduta al tavolo», osserva Omar Arnoldo, il titolare. «Ora si preferiscono coni e coppette o la vaschetta da portare a casa». Ma le ordinazioni per le coppe guarnite non mancano. «Le più richieste sono quelle dedicate alle stagioni – continua Arnoldo –. La “Primavera”, con gelato alla vaniglia, alla fragola e al fiordilatte, fragoline fresche, panna, succo di fragole e fragole fresche. La coppa Estate, invece, è fatta con gelato misto, macedonia di frutta fresca, panna, succo di amarena e ancora macedonia. Infine, la coppa Inverno è a base di frutta secca, gelato di pinolata mandorla e noce, 4 o 5 tipi di frutta secca, panna, succo di caramello e zabaione e altra frutta secca sopra».

[[ge:gelocal:il-piccolo:trieste:cronaca:1.40527984:gele.Finegil.StandardArticle2014v1:https://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2021/07/23/news/non-solo-creme-se-il-gelato-d-autore-sposa-il-baccala-1.40527984]]

Per le creme, diverse sono le specialità della gelateria triestina. «Abbiamo la ciocco Coppa – continua Arnoldo –, con gelato di stracciatella, bacio, cioccolato, e con sopra cioccolato croccante, panna, cioccolato fuso, nutella e cioccolata a scaglie. O la Ovetto, con cioccolato al latte e bianco, vaniglia, panna e cioccolato bianco». Tra le coppe classiche, da Arnoldo vanno per la maggiore le coppe Mangia e Bevi, ma anche gli intramontabili Spaghetti.

Particolare è la proposta di coppe della gelateria Timballo di Udine, premiata quest’anno dal Gambero Rosso. «Non abbiamo una lista precisa di coppe con nomi altisonanti», spiegano dalla famiglia Timballo, che, come Arnoldo, principalmente lavora con l’asporto. «Il cliente può scegliere i gusti e comporre a suo piacimento la coppa, chiedere di guarnirla con, ad esempio, caramello o salsa di cioccolato, e poi degustarlo spostandosi nel nostro giardino. Con il caldo serviamo maggiormente la nostra coppa Frutteria con gelato, yogurt e frutta che può essere scelta tra tutta l’esposizione al banco che comprende 9 tipi di frutta fresca che prepariamo tutti i giorni».

Video del giorno

Isole Faroe, 1500 delfini uccisi sulla riva: un massacro senza precedenti

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi