Contenuto riservato agli abbonati

Il gelato perfetto? Materie prime di alta qualità, frutta a chilometro zero e attenzione ai dosaggi

Katia Bonaventura

Tutti i consigli degli esperti, da Pipolo a Trieste fino all’Accademia di Udine

TRIESTE Sembra facile distinguere un gelato scarso da un ottimo gelato, eppure non sempre il gusto indica la qualità. Tra una gelateria artigianale e una che fa ampio utilizzo di semilavorati industriali c’è una differenza abissale, riscontrabile da alcuni elementi palesi come i colori vivaci che devono subito far suonare un campanello d’allarme. Il colore è un elemento importante perché se molto vivace di solito è abbinato a un sapore troppo carico per via degli aromi aggiunti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Giornata della memoria a Trieste, il sindaco invita Arcigay alla cerimonia in Risiera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi