Contenuto riservato agli abbonati

La città di Monfalcone vuole la vetrina della Barcolana n. 53 e si compra tre stand

L’8 ottobre l’apertura del villaggio a Trieste che darà spazio al progetto FramesPort. In mare 230 diportisti bisiachi

MONFALCONE. Monfalcone sempre più protagonista alla Barcolana, dove nel 2019 ha portato 230 imbarcazioni, oltre il 10% del totale degli iscritti alla maxi-regata.

La città dei cantieri, come avviene dal 2018, quando è iniziata la partnership con la Società velica Barcolla Grignano e il suo presidente, Mitja Gialuz, lo sarà in mare, ma anche a terra. Sono tre gli spazi che il Comune avrà nel villaggio della Barcolana, dove porterà la sua eccellenza nel settore della nautica da diporto e degli sport del mare, forte dei progetti di Red Bull per il Marina Hannibal e l’area limitrofa, la toccata delle navi da crociera a Portorosega, la presenza di 5 mila approdi e 1.500 impiegati nel suo polo nautico.

Lo ha sottolineato il sindaco Anna Cisint, illustrando nella sala del Consiglio comunale la presenza del Comune alla 53esima edizione della regata, che si disputerà nel golfo di Trieste il 10 ottobre, assieme al presidente della Svbg Gialuz, presenti i rappresentanti delle società veliche e dei marina cittadini. La partecipazione del Comune in Barcolana sarà anche occasione per attivare alcune importanti iniziative legate al progetto europeo FramesPort, che per Monfalcone si tradurrà in un Centro di riferimento per le barche classiche e veliche e, tra le altre azioni, nel recupero di un mestiere antico come quello dei maestri d’ascia. Il 6, 7 e 8 ottobre si terrà il partner meeting e il Comune ospiterà quindi i rappresentanti delle Regioni e dei centri velici delle due sponde dell’Adriatico partecipanti al progetto che porterà anche alla creazione di un sistema di promozione innovativa con l’impiego della Realtà aumentata per valorizzare il sistema delle marine e promuovere il territorio.

Lo stand nel villaggio Barcolana sarà inaugurato l’8 ottobre e darà spazio al progetto europeo, ma, come nelle ultime edizioni, sarà arricchito da alcuni dei modelli delle navi bianche costruite a Monfalcone a partire da quello della Giulio Cesare, antesignana delle moderni navi da crociera. Il Comune riproporrà poi il “Trofeo Città di Monfalcone”, che sarà attribuito all’imbarcazione dei centri nautici monfalconesi meglio classificata nella regata ufficiale e all’equipaggio e alla società velica di appartenenza, e l’incontro internazionale di kitesurf a Marina Julia, diventata polo regionale degli sport del vento. «La Barcolana vuole accompagnare questo percorso», ha detto ieri Gialuz, ricordando il rapporto storico tra la regata e Monfalcone. «Navighiamo assieme per costruire l’economia blu del futuro», ha aggiunto.
 

Video del giorno

La protesta di una signora no vax davanti a Letta

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi