Gherghetta si laurea con lode in Scienze politiche e adesso punta al municipio di San Pier

L’ex presidente della Provincia adesso guarda alla magistrale a Gorizia e da segretario dem è pronto a candidarsi sindaco. Il 1° agosto si decide 

la curiosità

Mai così lontano dalla realtà potrebbe essere il termine “quiescenza” per Enrico Gherghetta che, senza abbandonare peraltro l’impegno politico, i quattro anni e mezzo dall’uscita dal mondo del lavoro attivo li ha messi a frutto laureandosi in Scienze politiche e delle relazioni internazionali con una tesi su “La cittadinanza tra diritto soggettivo e scelta discrezionale”, relatore il professor Andrea Crismani.


La proclamazione ieri pomeriggio nell’aula magna dell’Università di Trieste, dove è stata sancita la conclusione, con il massimo dei voti e la lode, del percorso avviato con l’anno accademico 2018-2019. Per l’ex consigliere regionale, ex presidente della Provincia di Gorizia, attuale segretario del Pd di San Pier d’Isonzo, dove non è escluso scenda in campo in prima persona come candidato sindaco dei dem il prossimo autunno, la laurea è arrivata riprendendo un filo interrotto prima dalle condizioni economiche della famiglia e poi dal lavoro e dall’impegno politico. «La mia era una famiglia operaia e non c’erano tanti soldi – racconta Gherghetta, 64 anni – e io sono entrato a 16 anni in fabbrica, alla Detroit, allora a Monfalcone, e poi mi sono diplomato perito elettrotecnico alle serali, entrando quindi nel 1981 all’Enel».

L’ex presidente della Provincia aveva superato, sempre lavorando, dieci esami a Lettere a indirizzo storico all’Università di Trieste, interrompendo poi gli studi proprio per diventare tecnico progettista dell’Enel. Gherghetta si definisce quindi parte di quella generazione che «voleva studiare, ma non ha potuto». Tre dei dieci esami sostenuti a Lettere sono stati comunque riconosciuti, mentre altri 17 sono stati superati nei tre anni di corso, di cui l’ultimo segnato, come per tutti gli altri studenti, dall’emergenza sanitaria e quindi dal ricorso alla didattica a distanza. «Mi ci sono adattato però, credo, abbastanza bene, come non è pesata la distanza d’età con gli altri ragazzi e ragazze iscritti al corso di laurea», afferma Gherghetta, che sembra piuttosto convinto di far seguire la laurea magistrale a quella triennale. Questa volta, però, l’esponente dem pensa di ritornare a Gorizia, nel polo universitario di via Alviano, per conseguire la specialistica in Diplomazia e cooperazione internazionale. Intanto lo attende la riunione, l’1 agosto, degli iscritti al Pd di San Pier, chiamati a indicare il loro candidato sindaco alle comunali che avranno luogo in autunno nel piccolo centro della Bisiacaria. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Ariella Reggio - Debegnac alle prese con Green Pass, QR, chat e Zoom

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi