Galleria Foraggi ancora chiusa al traffico. Nuova diffida del Comune: “L’appaltatore avvii i lavori entro 24 ore”

Continuano le verifiche sulla stabilizzazione dell’area dopo il crollo di intonaci avvenuto giovedì

TRIESTE La galleria Montebello di piazza Foraggi continua a rimanere chiusa anche nella mattinata di oggi, venerdì 16 luglio, con conseguenti disagi al traffico, provocati anche dalle necessarie deviazioni a tutte le linee bus che solitamente transitano in loco. 

Tutte le linee del bus, fa sapere il Comune, sono state deviate in entrambi i sensi su via Molino a Vento. Di conseguenza il traffico in strada di Fiume, via dell’Istria e le strade limitrofe ne sta risentendo.

A essere modificati sono i percorsi delle linee 19, 20, 21, 23, 34, 40, 41 in entrambi i sensi di marcia. Inoltre è attivo un servizio di spola tra largo della Barriera Vecchia e piazzale De Gasperi lungo viale D’Annunzio.

L’arteria stradale è stata chiusa ieri, 15 luglio, poco prima delle 18, in seguito alla caduta d’intonaci che hanno colpito una vettura in transito senza provocare feriti. Squadre dei Vigili del fuoco, intervenute subito anche con l’autoscala, hanno messo in sicurezza la volta del tunnel; la Polizia locale ha poi provveduto a chiuderlo al transito.

Finito l’intervento d’emergenza, i funzionari del Comando provinciale dei pompieri hanno effettuato le prime verifiche sulla stabilizzazione dell’area mentre un esame più approfondito sarà svolto il prima possibile dai tecnici del Comune.

Fino ad allora il traffico resterà interdetto. Non è stato necessario alcun intervento medico per gli occupanti dell’auto colpita dai detriti.

Da tempo è stata stabilita la riqualificazione della galleria Foraggi ma il cantiere è in ritardo di quasi tre mesi, con diffida comunale al consorzio di appaltatori. Giovanni Barbo (Pd) sollecita la giunta ad assumersi le proprie «responsabilità prima che si faccia male qualcuno».

A stretto giro si posta risponde con una nota il Comune:

Oggi il Rup (Responsabile Unico del Procedimento) ha ulteriormente diffidato e intimato all’appaltatore dei lavori in oggetto di provvedere entro 24 ore all’avvio del cantiere e alla messa in sicurezza della galleria.

In caso di inadempimento l'amministrazione provvederà con altra ditta, già pre allertata, alla messa in sicurezza già nella giornata di lunedì, addebitando i costi all’appaltatore.

“Si evidenzia – riprende la nota – che per quanto riguarda i lavori di riqualificazione già appaltati al Consorzio SAC, la consegna dei lavori dell'opera in oggetto, è avvenuta con verbale processo di consegna firmato in data 23.04.2021. Il Comune, attraverso il Rup ha già diffidato formalmente l'aggiudicatario in data 18.06.2021 nonchè convocato per contestazioni nella giorno 23.07.2021 l'appaltatore.

Ad oggi la SAC scarl ha posto in essere e solo attività preparatorie quali:

a) comunicazioni ai privati proprietari dei fondi oggetto della installazione di strumentazione connessa col piano di monitoraggio: b) contatti con Acegas Spa per tracciamento sottoservizi:

c) istanza di richiesta ordinanze per la limitazione e chiusura dei traffico veicolare: tutto ciò premesso al fine di tutelare l'incolumità dei cittadini e garantire l'avvio del cantiere l'amministrazione,

Nel caso in cui gli interventi non inizino nei termini indicati – chiosa il Comune - intraprenderà le azioni opportune”.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Comunali 2022, primo dibattito pubblico tra candidati sul futuro di Gorizia

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi