Da Okríšky a San Pier, otto giorni di viaggio in sella ad una bici

Il sindaco della città della Repubblica Ceca gemellata ha pedalato per ben 850 chilometri. «Amicizia più forte»

SAN PIER D’ISONZO. In otto giorni ha percorso, assieme a un gruppo di 8 concittadini, 850 chilometri in sella alla bicicletta per raggiungere San Pier d'Isonzo. Autore dell'impresa Zdenek Ryšavý, primo cittadino della cittadina gemellata di Okríšky, 2050 anime nel centro-sud della Repubblica Ceca.

Un’avventura nata per suggellare non solo il gemellaggio con San Pier d’Isonzo, nato nel 2002, ma anche per celebrare i 650 anni dalla prima citazione in un documento ufficiale del paesino ceco, risalente quindi al 1371. I nove volenterosi ciclisti, capitanati dal primo cittadino, si sono così messi in sella alla volta della cittadina bisiaca, quest'anno attraversata dal Giro d'Italia, come rileva lo stesso sindaco di Okríšky, superando lungo il percorso alcuni inconvenienti e la fatica. «In otto giorni abbiamo percorso 850 chilometri e trascorso 31,5 ore totali in sella, attraversando sei paesi e otto confini - racconta Ryšavý - e, nonostante tre piccoli imprevisti alle biciclette e uno alla roulotte che ci ha accompagnato, ce l’abbiamo fatta».

Accompagnati da un team di supporto e dalle rispettive consorti, i ciclisti hanno raggiunto San Pier d’Isonzo, dove sono stati accolti, tra gli altri, dal sindaco Riccardo Zandomeni e dal vicesindaco Stefano Bevilacqua. «Noi siamo dilettanti ed è stata una sfida per tutto il nostro gruppo - aggiunge il sindaco di Okríšky -. Credo che questo giro abbia aiutato a suggellare la nostra amicizia con San Pier, che si era un po' allentata».

L'ultimo incontro in presenza risale al 2017, quando una delegazione di San Pier è stata ospite della cittadina gemellata. Giunta alla meta, la delegazione è stata salutata dall’amministrazione comunale e da vari sodalizi e realtà associative del territorio. Il campo da calcio ha accolto una grande scritta di benvenuto e gli intrepidi ciclisti hanno potuto rifocillarsi prima di riprendere la strada verso casa, stavolta a bordo del mezzo quattro ruote. «Ringraziamo i nostri amici italiani per la calorosa accoglienza a San Pier - conclude Ryšavý -. Credo che questo giro aiuterà a rinsaldare la nostra amicizia».

Video del giorno

Processo per direttissima a Trieste il candidato sindaco 3V entra in aula

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi