A Monfalcone in piazza come allo stadio il tifo azzurro è multietnico

Almeno tremila persone si sono radunate nel centro cittadino. Duecento i posti a sedere davanti al maxi schermo. Strade blindate

MONFALCONE. Un boato scuote Monfalcone alle 23.54 di domenica 11 luglio. Il rigore parato da Donnarumma chiude la pratica Inghilterra. L’Italia è campione d’Europa. E non passano che pochi minuti che lungo le strade del centro fino a quel momento deserte si scatena la gioia che è proseguita fino a tarda notte.

Al di là del risultato il vero spettacolo l’ha offerto ieri sera una piazza della Repubblica multietnica che ha tifato compattamente per gli azzurri. Senza distinzione di provenienza.

Euro 2020, Italia campione: la gioia dei tifosi a Monfalcone

La comunità bengalese ha tifato al pari dei cittadini italiani.

Diversi bambini indossavano la maglia azzurra con il numero 10. Adulti, donne comprese, sventolavano il Tricolore. Durante l’esecuzione dell’inno di Mameli c’è chi ha provato a canticchiarlo.

Per quanto riguarda l’organizzazione, molto accurata alla vigilia dopo l’esagerata situazione che si era creata al fischio finale della semifinale, l’accesso ai 200 posti davanti al mega schermo (più che mega, maxi per essere generosi) è cominciato un’ora prima del fischio d’inizio. Per ciascun ingresso c’era da registrare i dati da utilizzare, speriamo di no, in caso di contagi.

Alle 21 alcune sedie erano rimaste vuote, ma attorno alle transenne la piazza ha offerto il pienone delle grandi occasioni. Possiamo calcolare in circa 3000 persone l’affluenza alla piazza, con molta gente in movimento e comprese le persone che si sono accomodate nei locali attorno alla spianata.

L’ordinanza anti vetro è stata sostanzialmente osservata anche se bottiglie di birra sono state servite al tavolo di un locale anche a partita avviata. A vigilare forze dell’ordine, polizia locale e vigilantes privati. Diversi gli agenti in borghese. I divieti di sosta e di transito lungo le vie limitrofe alla piazza sono stati sostanzialmente rispettati. Il logorio dell’interminabile partita ha creato una sorta di bolla di tensione in piazza. Ma molti spettatori hanno seguito la partita anche dagli schermi allestiti all’esterno di alcuni bar del centro cittadino.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'orsetto salvato nel Parco d'Abruzzo e ricongiunto alla famiglia: è l'unico caso in Europa

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi