Contenuto riservato agli abbonati

Bruxelles dà il via libera alla Croazia in Schengen: l’ingresso è più vicino

Il primo ministro croato Andrej Plenkovic accoglie la presidente della Commissione europea Urusla von der Leyen durante la sua visita a Zagabria dell'8 luglio 2021

Il Parlamento europeo vota l’ok, Plenković:«Entreremo entro la fine dell’anno» Dalla Commissione il sì al Piano di ripresa del Paese: progetti per 6,3 miliardi

ZAGABRIA Diventa eccellente il rating socio-politico che Bruxelles assegna alla Croazia con due importanti decisioni. La prima riguarda l’Europarlamento che ha approvato l’ingresso di Zagabria nell’Area Schengen pur con qualche raccomandazione relativa al comportamento nei confronti dei migranti; la seconda è che la Commissione Ue ha approvato il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) presentato dalla Croazia nell’ambito del Ricovery Fund, un piano da 6,3 miliardi di euro.

La Croazia, secondo una risoluzione del Parlamento europeo adottata l’8 luglio, ha soddisfatto tutte le condizioni per aderire a Schengen, ma si esorta la Croazia stessa ad affrontare le carenze nella formazione del personale alla frontiera e «insistere su una valutazione approfondita del rispetto dei diritti fondamentali».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/10 - Nuovo Cinema Quirinale. Con Andrea Costa, Michele Emiliano (l'integrale)

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi