Contenuto riservato agli abbonati

Nautica, stangata sui prezzi in Croazia: Rovigno l’approdo più caro

Una veduta di Rovigno

Cifre salite in media del 41% a Dubrovnik (Ragusa), Lussinpiccolo a quota +25%. A Capodistria e Pola ritocchi sotto il 3%, ma c’è chi ha tenuto inalterate le quote

FIUME La stagione turistica in Croazia, nonostante i problemi legati alla pandemia, sta riscuotendo successo visto che attualmente sono presenti mezzo milione di villeggianti. E intanto, dopo lo stop decretato lo scorso anno a causa della pandemia, nel settore ricettivo tornano gli aumenti. È il caso del turismo nautico, con numerosi diportisti che hanno avuto la sgradita sorpresa di vedersi aumentato nei marina il prezzo dell'ormeggio giornaliero per i propri natanti.

Va precisato subito che non tutti i 56 marina della Croazia (che contano in tutto 16 mila ormeggi e 8.500

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi