Contenuto riservato agli abbonati

Il Collio scommette sul Pinot Bianco: «Prodotto-bandiera è il vino del futuro»

Sette le aziende aderenti all’associazione: «Oggi vale il 10% con 76 mila bottiglie l’anno, ora aumentare la produzione»

DOLEGNA. Sette grandi aziende per un vero e proprio patto di promozione del Pinot Bianco. Una rete d’impresa, quella messa in piedi da sette storici protagonisti del mondo vitivinicolo del Collio, che punta alla valorizzazione di quello che viene considerato il prodotto-bandiera del territorio per il futuro. A unirsi in un’associazione che sosterrà il Pinot Bianco del Collio nel mondo sono state le aziende Castello di Spessa, Livon, Pascolo, Russiz Superiore, Schiopetto, Toros e Venica&Venica.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Animali altruisti: la storia di Koko, la gorilla che adottò il gattino

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi