Contenuto riservato agli abbonati

Una pedana da 175 metri quadrati amplia l’offerta esterna di Eataly a Trieste

Sistemata verso l’ex Pescheria, con tavoli e sedie può accogliere una sessantina di avventori

TRIESTE Eataly si amplia. Con una pedana da 175 metri quadrati, dal lato dell’ex Pescheria, che consentirà il posizionamento di ulteriori tavoli e sedie. La nuova soluzione resterà allestita per tutta l’estate, fino alla Barcolana compresa. Una sessantina i posti a sedere creati con la nuova area scoperta, che ospiterà anche una lunga serie di eventi enogastronomici e non solo, il primo promosso già ieri sera. E anche la superficie pedonale davanti all’entrata potrebbe animarsi a breve con ulteriori novità, dopo una prima serata di festa qualche giorno fa.

«L’idea di costruire la nuova pedana è nata per aumentare la superficie all’aperto, considerando la situazione epidemiologica, che impone ancora distanziamenti e che porta tutti a privilegiare, un po’ ovunque, le attività all’esterno – spiega Antonio De Paolo, coordinatore di Eataly Trieste – e noi, come molti altri locali della città, abbiamo deciso di sfruttare tutti gli spazi a nostra disposizione, dove possibile». L’occupazione del suolo in questo caso richiedeva un permesso all’Autorità Portuale del Mare Adriatico, «abbiamo avuto il via libera – prosegue – a conclusione di tutte le procedure regolarmente effettuate e depositate nelle scorse settimane». Ieri, nel corso della giornata, gli ultimi dettagli sono stati ultimati, sotto gli occhi curiosi dei passanti, che hanno osservato i lavori in corso, con l’allargamento della superficie laterale, arricchita poi dagli arredi aggiunti poco alla volta. Un nuovo ambiente che si affianca al dehors già esistente, sempre sullo stesso lato, ma che non era sufficiente, considerando le tante richieste che ogni giorno il locale riceve, da parte di chi vuole fermarsi fuori.

«Siamo partiti subito con un evento – racconta ancora De Paolo – poi ne faremo uno a settimana, per tutta l’estate, l’obiettivo è di continuare sicuramente fino alla Barcolana. Abbiamo potuto ricavare una sessantina di posti in più, che in questo momento sono davvero utili e che accontentano i clienti, desiderosi di sedersi all’aperto». Qualche giorno fa anche la parte perdonale davanti all’ingresso principale è stata allestita in modo speciale, per una festa, che sarà la prima di una serie di appuntamenti. «Questa zona invece – precisa il coordinatore di Eataly – è di competenza del Comune e quel primo esperimento è stato molto apprezzato, i ragazzi che l’hanno organizzato hanno fatto un ottimo lavoro ma abbiamo tante altre richieste – anticipa – di chi vorrebbe portare ulteriori iniziative sempre in questo spazio. Le stiamo valutando, perché il nostro brand piace sempre più».

Tanti triestini ma anche molti vacanzieri in questi giorni hanno scelto di fermarsi per un drink o una pausa gastronomica sul mare. «Finalmente stiamo rivedendo anche parecchi turisti, in realtà sono più numerosi nel fine settimana ma sono in aumento anche in settimana. Speriamo continui così – conclude – a luglio assisteremo a un’impennata di presenze»

Video del giorno

Trieste, manifestazione contro il green pass in piazza della Borsa

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi