Contenuto riservato agli abbonati

Studenti di architettura ridisegnano la costa tra Isola e Capodistria

Rendering al computer di uno dei progetti presentati. delo.si

In 18 elaborati nessuno stravolgimento ma visioni sostenibili ed ecologiche per regalare l’ex strada statale a ciclisti, runner e bagnanti

ISOLA Era una strada pericolosa dove gli incidenti mortali non erano una rarità quella litoranea tra Capodistria e Isola. Ora è chiusa al traffico veicolare dopo l’apertura del tratto autostradale a nord. Se ne sono impossessati subito ciclisti, runner e pedoni.

Ora però il Comune di Isola sta pensando a come ridisegnarla, a come renderla ancor più adeguata ai cicloamatori agli atleti ma anche ai singoli cittadini e a i bagnanti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Giornata della memoria a Trieste, il sindaco invita Arcigay alla cerimonia in Risiera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi