Contenuto riservato agli abbonati

«Rischiamo che l’Europa apra un’altra volta la procedura di infrazione»

L’allarme del presidente della Federazione dei gestori di impianti  «No ai maxi contributi. Meglio puntare su Isee e rottamazioni»

la categoria

trieste


«Con il ritorno al supersconto rischiamo che il contributo regionale possa tornare sotto la lente di ingrandimento dell’Unione Europea». A raffreddare le speranze dei gestori ci pensa il tolmezzino Bruno Bearzi, presidente regionale e nazionale di Figisc ConfCommercio, la Federazione italiana dei gestori degli impianti di carburante. «Il vecchio meccanismo a cinque fasce con sconto alla pompa crescente in base alla vicinanza al confine abbiamo dovuto ripensarlo perché l’Europa l’aveva bocciato», è la premessa di Bearzi: «Perciò un ritorno alla vecchia filosofia potrebbe essere pericoloso e dalla Slovenia potrebbero far ripartire il procedimento verso l’Italia».

Qualcosa però, aggiunge il presidente Figisc, bisogna pur mettere in atto per tentare di frenare il pendolarismo del pieno che si registra soprattutto nei fine settimana. E dunque «si inserisce meglio in questo contesto il discorso dell’Isee - secondo Bearzi - che andrebbe a favorire coloro i quali hanno più difficoltà ad arrivare a fine mese. Un altro spunto, che ho già provveduto a segnalare all’assessore regionale Fabio Scoccimarro, potrebbe essere quello di dare dei contributi alla rottamazione per chi utilizza ancora auto Euro 0 o 1 e vuole acquistare un veicolo Euro 5 o 6, anche usato: in questo modo si andrebbe nella direzione dell’ecologia, del minore consumo e allo stesso tempo si svecchierebbe il parco circolante attuale».

Bearzi rimane tiepido anche sull’ipotesi di utilizzare app o telecamere intelligenti per la lettura delle targhe, in modo da ottenere lo sconto anche negli orari di chiusura. «Per installare sui distributori telecamere a lettura ottica il costo si fa piuttosto elevato. Abbiamo proposto una compartecipazione della spesa ai rappresentanti delle compagnie petrolifere, ma non li abbiamo trovati particolarmente entusiasti dell’idea». —



Video del giorno

Max Tramontini si candida come consigliere comunale di Trieste

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi