Incendio in barca a Grado, in salvo quattro diportisti

Soccorsi dalla Guardia Costiera

GRADO. Quattro diportisti austriaci se la sono vista brutta domenica 20 giugno a Grado. Mentre stavano rientrando in porto si è sviluppato un principio di incendio nella sala macchine della loro imbarcazione di 14 metri. Si trovavano al largo ma, considerato quanto stava accadendo a bordo, si sono avvicinati il più possibile verso terra.
Il fumo nero che saliva da bordo lo hanno notato in tanti, non solamente altri diportisti vicini alla barca ma anche dalla passeggiata a mare poiché, al momento del soccorso, l’imbarcazione si trovava davanti alla diga in un tratto di mare tra la Costa Azzurra e il Municipio. Il tutto a una distanza di alcune centinaia di metri da terra.
Sul posto sono accorsi immediatamente, sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto di Monfalcone, gli uomini della Guardia Costiera di Grado, a bordo della motovedetta CP846.

Barca in panne ma nessun problema per le quattro persone che si trovavano a bordo: due uomini e due donne.
Con il comandante di Circomare Grado, Michele Torracca, a sovrintendere le operazioni, gli uomini della Guardia Costiera di servizio nell'isola hanno scortato nel porto di Grado l’unità che è stata messa in sicurezza (il principio d’incendio era stato spento nel frattempo dagli stessi diportisti austriaci) ma con difficoltà di manovra.

Video del giorno

Max Tramontini si candida come consigliere comunale di Trieste

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi