Contenuto riservato agli abbonati

Amighini: «Il Dragone sta avanzando, l’Occidente non capisce il piano»

Alessia Amighini

La docente universitaria: «Il porto giuliano potrebbe diventare un’altra bandierina» 

TRIESTE «Se andasse in porto l’operazione ad Amburgo fra Cosco e Hhla, la Cina potrebbe fare quello che non è riuscita a fare direttamente col memorandum d’intesa e utilizzare Trieste in modo indiretto». Alessia Amighini mette in guardia dalle ricadute del possibile accordo fra cinesi e tedeschi: la docente di Politica economica dell’Università del Piemonte orientale studia da anni l’espansione economica del Dragone e ritiene che «in quel caso Trieste potrebbe diventare un’altra bandierina della strategia che vede Pechino allargarsi pezzetto dopo pezzetto, senza che in Occidente si sia capita la ratio complessiva».

Per la professoressa, «sul singolo caso non c’è portata strategica importante, ma il discorso cambia se si uniscono i puntini e si guarda alla questione in...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid. Bambini a scuola, come evitare i contagi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi