Facebook blocca il gruppo Nimdvm, l’avvocato Kostoris spiega: “Ecco cos’è successo”

Un immobilizzatore per la colonna vertebrale donato alla Stazione di Trieste del Soccorso alpino due anni fa,attraverso una raccolta fondi: una delle tante iniziative di solidarietà del gruppo Facebook NIMDVM.

Il sodalizio virtuale negli anni è diventato un punto di riferimento nell’organizzare iniziative benefiche e raccolte fondi

TRIESTE. Brutto risveglio nella mattinata di lunedì 14 giugno per i 18.269 iscritti al gruppo Facebook triestino Nimdvm: il social network statunitense fondato da Mark Zuckerberg ha disabilitato il gruppo, lasciando orfani di quel muro virtuale quanti commentano notizie, pensieri, esperienze e iniziative. 
Fino allo stop, Nimdvm era il terzo gruppo della nostra provincia per numero di persone iscritte, dopo  "Te son de Trieste se" e “Misteri & Meraviglie del Carso”.


Ma cosa è successo esattamente? Verso le 8 gli amministratori hanno ricevuto un messaggio da Facebook che li avvisava di come «il gruppo è stato disabilitato perché non segue i nostri standard della community su incitamento all’odio». Gli stessi amministratori gestiscono anche altri due gruppi: “Noi savemo usar le mani by Nimdvm”, una bacheca che incrocia offerte e richieste di lavoro, e “Pelosetti by Nimdvm” che tratta temi legati al mondo degli animali.

Ed è attraverso questi gruppi che sono stati avvertiti gli iscritti della brutta notizia, imputando l’accaduto ad «un disguido di algoritmi» e chiedendo di condividere il messaggio. 
Alberto Kostoris, amministratore del gruppo e noto avvocato triestino, che ogni mattina già prima delle 6 animava il gruppo dando spunto per alcune riflessioni sulle notizie riportate dai quotidiani, avanza un’ipotesi: «Stamane, sul mio profilo personale, in una discussione in merito al collegamento via mare Trieste-Grado, – spiega Kostoris – rispondendo ad un commento ironico, ho scritto con tanto di emoticon sorridente “A morte i crucchi”. Per questo messaggio Facebook ha bloccato il mio profilo personale per un mese, e temo che in quanto amministratore di un gruppo, l’algoritmo lo abbia di conseguenza disabilitato: non vedo altre possibilità».


Paradossalmente, su quel gruppo che si definiva “gandiano” lo stesso Kostoris ha più volte condiviso il manifesto di Parole O_Stili, invitando tutti ad un linguaggio corretto e rispettoso. Non solo: Kostoris – esponente della Comunità ebraica di Trieste – in più di una circostanza ha presentato denuncia a fronte di commenti o dichiarazioni anti semite. 
Gli amministratori del gruppo ora hanno inviato a Facebook una richiesta di verifica, e nelle prossime ore attendono il responso. «Se ripristineranno il gruppo bene, commenta Kostoris – altrimenti andremo a creare un nuovo gruppo». Gli affezionati, quindi, nelle prossime ore o vedranno ripartire l’originale Nimdvm, oppure, se Facebook negherà questa possibilità, a breve si vedranno recapitare dagli amministratori l’invito ad iscriversi ad un nuovo gruppo con le medesime finalità. 
Il gruppo Nimdvm (acronimo del nodo di dire triestino ndè in mona de vostra mare), è stato creato con spirito goliardico nel 2014. Prima che Facebook intervenisse oscurandolo, a vigilare e mediare sui tanti post che giornalmente vengono inseriti, c’erano in tutto sette amministratori.

Nel tempo il gruppo da virtuale si è trasformato in un autentico gruppo di amici che ha iniziato a condividere momenti di convivialità, ma soprattutto ad organizzare diverse iniziative benefiche a favore dei meno fortunati. In sette anni di vita, il gruppo ha distribuito sul nostro territorio oltre 100mila euro, aiutando le famiglie in difficoltà con borse della spesa, materiale scolastico, facendo fronte al pagamento di bollette o delle rette di centri estivi. 
Tra le iniziative di Nimbvm, la più partecipata è certamente “Il clanfin de primavera”, che anima Barcola con i primi tuffi di stagione nell’acqua ancora gelida. 

Video del giorno

A Trieste la proposta di matrimonio di Salvatore alla sua Carla nel linguaggio dei segni

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi