Blocco alle barche senza targa, il caso approda sul tavolo del Comitato dei Ministri di Italia e Slovenia

Serracchiani: “Il governo si è attivato per poter arrivare a una possibile soluzione del problema”

TRIESTE “Il Governo si è attivato al fine di poter identificare assieme alle Autorità slovene una possibile soluzione al problema dell’accesso nelle acque territoriali slovene dei natanti da diporto italiani”.

Lo dichiara la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani, rendendo nota la risposta ricevuta dal ministro degli Affari esteri Luigi Di Maio a una lettera con cui l'esponente dem aveva sottoposto il disagio dei diportisti italiani dopo che Lubiana ha deciso nel 2020 di applicare la norma, da anni sospesa, che obbliga di avere una barca immatricolata per navigare in acque slovene.


“La questione dovrebbe essere affrontata – riferisce Serracchiani - in occasione della prossima riunione del Comitato dei Ministri tra Italia e Slovenia, prevista tra pochi giorni, lunedì 14 giugno. In quell'occasione il nostro Governo intende anche proporre una deroga per la regata storica Muggia-Portorose-Muggia prevista dal prossimo 24 luglio”.
“Come ha chiarito la nostra Ambasciata a Zagabria – aggiunge la deputata - il ministro ha anche precisato che la questione riguarda esclusivamente la legislazione della Slovenia e non anche della Repubblica di Croazia le cui norme non differiscono da quelle in vigore in Italia”.

Video del giorno

Max Tramontini si candida come consigliere comunale di Trieste

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi