Il Friuli Venezia Giulia è tra le regioni con più dosi somministrate a 20enni. Il 70% degli over 40 ha prenotato il vaccino

Fedriga: “La macchina dei territori è pronta per somministrare le terze dosi”

TRIESTE La Campania, il Friuli Venezia Giulia e l'Umbria sono le regioni che hanno somministrato il maggior numero di dosi di vaccino in Italia ai giovani tra i 20 e i 29 anni, coprendo rispettivamente il 26,1%, 21,8% e 21,3% di questa fascia di popolazione. E' quanto emerge dai dati sulle vaccinazioni in Italia.

In questa graduatoria, che comprende anche la province autonome di Trento e di Bolzano, quest'ultima ha raggiunto già il 30,3% mentre la Lombardia è al 20,7%, la Sicilia al 20,3% e la Basilicata al 20%. Per il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, serve però una campagna nazionale per convincere la popolazione di tutte le fasce d'età a vaccinarsi.

"L'allarme c'è non solo nella mia regione, c'è una fetta di popolazione incerta, che non si vuole vaccinare, e su quella dobbiamo essere convincenti, dobbiamo fare una campagna, per tutelare il singolo e tutti gli altri", ha detto in collegamento con Sky Tg24.

"Serve una copertura della popolazione - ha osservato - che impedisca la circolazione del virus, lo dice la scienza. Dopo i primi giorni di adesione massiccia poi c'è sempre un rallentamento nelle prenotazioni".

Le Regioni, ha aggiunto Fedriga, sono pronte a partire nel caso in cui fosse necessaria la somministrazione di una terza dose di vaccino: "Abbiamo una macchina delle Regioni che è pronta già da adesso a partire, ma è chiaro che una cosa è se serve una terza dose e poi finisce là, un'altra se sarà un vaccino annuale".

"Se diventasse un vaccino ripetitivo - ha spiegato - a quel punto noi dovremmo passare dalla straordinarietà di questa campagna vaccinale all'ordinarietà, che significa coinvolgere i medici di medicina generale e le farmacie". 

«Il 70% della popolazione over 40 del Friuli Venezia Giulia si è prenotato per la vaccinazione anti-Covid. La percentuale complessiva si abbassa al 63% comprendendo anche la categoria dai 16 ai 40. Per raggiungere la cosiddetta immunità di gregge (almeno il 75% della popolazione) bisogna lavorare su tutte le fasce d'età, anche su quella dei più giovani, e per far questo servono più dosi di vaccino a loro riservato, quello a mRna (Pfizer e Moderna)».

Ha aggiunto il vicegovernatore del Fvg con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Nel dettaglio - riporta una nota della Regione - sono 663.270 (63%) le persone che in regione si sono prenotate per la somministrazione del vaccino su una platea di 1.048.146 di over 16. Con il dato che va dai 30 anni fino agli over 90 i cittadini che si sono prenotati sono 595.693 su 896.262 (66%); dai 40 anni sono 540.290 su 772.394 (70%); dai 50 sono 440.933 su 599.898 (74%); dai 60 sono 311.167 su 402.364 (77%); dai 70 sono 198.879 su 245.917 (81%); dagli 80 sono 85.575 su 105.679 (81%); infine, dai 90 sono 14.395 su 15.851 (91%). 

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi