Contenuto riservato agli abbonati

Trieste incanta neofiti e habituè: «Qui tanta storia e ottimi sardoni»

A spasso per piazza Unità gruppetti di amici partiti da Monaco, pensionati da paesini come Bad Tölz e famiglie di Graz. Migliaia di richieste all’InfoPoint. «Non speravamo in una ripresa così rapida e con numeri tanto importanti»

TRIESTE Cartine in mano, macchine fotografiche a tracolla e cappelli per proteggersi dal sole. Piazza Unità da venerdì è “invasa” di visitatori stranieri. Trieste sta insomma ritrovando il turismo con numeri importanti, come conferma PromoTurismo Fvg. I più numerosi, come da tradizione, sono austriaci e tedeschi attratti dalla storia della città, dal suo mare e anche dal cibo.

Marco Wieser è in viaggio con il padre Josef e il figlio Matteo, arrivano dall’Austria e precisamente da Steyr. «Da quando la situazione della pandemia ha iniziato a migliorare, abbiamo ripreso a viaggiare. È la seconda vacanza in Italia che ci concediamo. Due settimana fa eravamo a Grado e abbiamo fatto una toccata anche qua a Trieste, città che amo particolarmente come tutta l’Italia. Questa volta ci fermeremo qui cinque giorni per girare con calma. Paura del Covid? La situazione sta tornando alla normalità per fortuna. Io insegno e ho fatto alcune settimane fa il vaccino AstraZeneca, invece mio padre ha ricevuto le dosi il Pfizer».

Arrivano dall’Austria anche Manuel, Sabrina e Dorian Gaber. Inevitabile chiedere se abbiano qualche legame con il signor G. «No, non sapevamo nemmeno ci fosse un cantante italiano con il nostro cognome, ora andremo a cercarlo». «Veniamo da Villach ma non siamo mai stati a Trieste prima d’ora - spiegano -. Abbiamo visitato altre città italiane, tra cui ovviamente Venezia ,e il nord del Friuli Venezia Giulia, poi siamo andati sulle spiagge di Lignano e Bibione. Abbiamo scelto di venire qua un po’ a caso cercando su Google. Siamo arrivati da pochissimo, la prima impressione? Fa caldo - dicono sorridendo - però la città è bellissima. Ci piace conoscere i luoghi e la loro storia e poi abbiamo sentito parlare molto del porto quindi eravamo curiosi e abbiamo deciso di farci un giro in giornata».

È un habituè del capoluogo regionale invece Heinz, che arriva da Graz. «Amo Trieste, è la terza volta che la visito con la mia famiglia. Abbiamo deciso di girare senza una metà particolare. Il Covid? Vada come deve andare! Ai viaggi però non rinuncio». Pavel e Jan Povolni sono due fratelli di 23 e 25 anni, il primo studente di Ingegneria elettronica, il secondo di Economia, arrivano da Stoccarda. «La città della Porsche, della Mercedes e della Bosch - precisano subito -. Abbiamo viaggiato molto in Italia, siamo stati nel Nord, a Venezia, e ora abbiamo deciso di venire a Trieste. La vostra è una città fantastica e ci resteremo tre giorni, ora stiamo cercando una spiaggia. Poi magari andremo in Istria e in Croazia. In Germania stanno riaprendo ora alcune attività come le università, ma sono ancora chiusi ristoranti, cinema e teatri quindi fa effetto vedere così tante persone in giro seppur con la mascherina ch,e non sarà comoda, ma almeno ci consente di essere liberi e andare ovunque».

Manjiri, Florian, Wolfgang, Carmen and Oliver sono un gruppo di amici che arriva da Monaco. «È la prima volta a Trieste - raccontano - e l’abbiamo scelta perché ci sembrava una bella città poi abbiamo scoperto che si mangia anche molto bene. Siamo arrivato giovedì e ripartiamo domenica, dobbiamo andare a vedere il castello di Miramare mentre il centro ormai lo conosciamo».

Lucas, «orgoglioso pensionato», è invece con la compagna e arrivano da Bad Tölz, piccolo paese nel sud della Germania. «Trieste la conosco da molto tempo e devo dire che l’ho vista crescere. Una volta si mangiavano solo cose semplici come gli ottimi sardoni fritti, adesso però abbiamo visto tanti nuovi ristoranti e senza il Covid forse ce ne sarebbero stati molti di più. Ieri abbiamo mangiato pesce crudo favoloso e questa sera ovviamente pizza».

A confermare una crescita degli arrivi è PromoTurismo Fvg che gestisce l’infopoint di Piazza Unità d’Italia dove lo scorso weekend oltre 600 persone hanno chiesto informazioni tra venerdì e domenica: di queste il 30% veniva da Austria e Germania. La media giornaliera da lunedì è cresciuta ulteriormente con 200/300 presenze al giorno in prevalenza stranieri che si fermano a Trieste con l’obiettivo di scoprire la città. «Ci aspettavamo una ripresa del turismo - conferma PromoTurismo - ma non con numeri così importanti fin da subito».

Video del giorno

A Trieste la proposta di matrimonio di Salvatore alla sua Carla nel linguaggio dei segni

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi