Triestina Calcio, continua il focolaio Covid nella Virtus Verona

Altri due positivi nel gruppo squadra

TRIESTE Non accenna ancora a chiudersi il cluster Covid in casa della Virtus Verona. Oggi, 12 maggio, al giro di tamponi effettuato martedì, sono state riscontrate infatti altre due positività. Da quanto trapela, entrambi potrebbero essere non giocatori, comunque almeno uno farebbe parte dello staff. Fatto sta che gli allenamenti della squadra veronese sono ancora bloccati.

Proprio per questo, giovedì sarà effettuato un giro di tamponi rapidi in modo da avere in tempi brevissimi il risultato: se saranno finalmente tutti negativi, almeno la Virtus Verona potrà riprendere gli allenamenti singoli a piccoli gruppi.

La compagine veronese, se la situazione non dovesse peggiorare e se non ci fosse ovviamente uno stop da parte delle autorità sanitarie, è comunque intenzionata a venire a Trieste per la partita di domenica. Anzi, la speranza della società di Gigi Fresco è anche quella che entro sabato potrebbero negativizzarsi quelli che erano stati i primi positivi della scorsa settimana.

Ma questo si potrà saperlo solo sabato. La situazione dunque rimane molto fluida e incerta, e forse non a caso ieri il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli è intervenuto direttamente su queste prime difficoltà dei play-off dovute al Covid, e a cosa potrebbe succedere in caso di altri problemi con il virus: «Avevo messo in preventivo che ci sarebbe stato qualche intoppo in questi playoff – ha detto Ghirelli - non ho mai nascosto la mia preoccupazione, per questo ho chiesto nuovamente alle società di prestare la massima attenzione per contenere i contagi. La Virtus Verona è stata colpita duramente, l'Asl ha deciso di fermarla, e noi siamo stati costretti a rivedere il calendario. Fortunatamente abbiamo ancora margini di intervento e, se la situazione dovesse peggiorare, anche piani alternativi». Ghirelli insomma svela che sarebbe pronto un piano B, in caso di ulteriori problemi con altre squadre durante il cammino dei play-off: «Questa prima rimodulazione ha portato a un leggero slittamento delle date, ma abbiamo già pronto anche un nuovo format qualora dovessero verificarsi ulteriori criticità nei prossimi giorni. Non è il caso di fare anticipazioni ma gli spareggi vanno giocati, anche a costo di rivedere la modalità dello svolgimento, in ogni caso siamo pronti a qualsiasi evenienza».

Video del giorno

La partenza della Adriatica Ionica Race da Trieste

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi