Contenuto riservato agli abbonati

Maria Pia riabbraccia i bambini del Pedibus: «Ripago Gradisca e imparo a invecchiare»

Maria Pia Andreatta, a sinistra, durante il suo doppio turno del Pedibus

L’ospite della casa albergo Brovedani è di nuovo libera di uscire e ogni giorno accompagna gli alunni a scuola

«A Gradisca sto imparando a invecchiare. E sa che c’è? È bellissimo». Accento emiliano leggero eppure più pronunciato di quanto ella stessa non creda, Maria Pia Andreatta non è una “nonnina” come tutte le altre, tutta focolare domestico e attenzioni per i nipoti. Perché la sua casa è sempre stata un po’ ovunque – e oggi è la casa albergo per anziani della Fondazione Osiride Brovedani – e perché i suoi nipoti ideali sono i bambini del Pedibus “Millepiedi” di Gradisca, il servizio comunale di accompagnamento scolastico. Maria Pia ne è diventata una sorta di mascotte, ma per un anno – causa pandemia – non aveva potuto accompagnare a scuola i “suoi” bambini. Ora è potuta rientrare in servizio. «Gradisca mi ha accolto benissimo quando sono arrivata qui da sola, ora voglio restituire quanto ho ricevuto». Quella di Maria Pia, la “nonnina del Pedibus”, non è una storia come tutte le altre. È una donna che ha avuto molte vite, poche radici – per scelta – e che ha sempre saputo ricominciare. Tant’è vero che Gradisca, prima del 2017, non l’aveva manco sentita nominare. Eppure oggi è diventata una tappa della sua vita. Forse neppure l’ultima. «Oggi è la mia casa. Domani chissà – sorride lei –. In fondo ho solamente 70 anni e invecchiare è bello quando c’è consapevolezza che si tratta di una nuova fase della vita». Originaria di San Giovanni in Persiceto, nel Bolognese, una lontanissima parentela con l’ex ministro Dc Beniamino Andreatta («Era originario della Valsugana come la mia famiglia»), Maria Pia è stata abituata a spostarsi sin dalla tenera età. Dapprima ha vissuto in provincia di Latina e poi a Padova con la famiglia, quindi ha iniziato a girare l’Italia da sola e fare le esperienze più disparate: a Cagliari per lavorare come impiegata nelle assicurazioni, a Bologna alle dipendenze di una radio privata. È stata una testimone diretta dei delitti della Uno Bianca. Specie nel 1989 quando, durante una rapina a un supermercato di Corticella, venne freddato Adolfino Alessandri, pensionato che si trovò a essere testimone oculare della rapina: fu crivellato di colpi. «Una ferita indelebile: da quel momento non volli perdermi un’udienza del processo alla banda dei Savi. All’epoca ho collaborato con molti giornalisti». Bologna non fu più la stessa, e anche per Maria Pia – finito il suo matrimonio – divenne tempo di cambiare ancora. Eccola ad Albignasego, di nuovo nel Padovano, dove fa volontariato in biblioteca, e poi a Roma dove si ritrova a lavorare in un albergo per pellegrini. «Ho fatto di tutto. Mi piace adattarmi e non ho mai fatto piani a lungo termine. Tanto il destino si diverte a metterli a soqquadro. Paura di sbagliare? Al contrario: serve per crescere». Resta da capire come la “supernonnina” sia arrivata a Gradisca: «Per puro caso. Proprio a Roma vidi un depliant della Brovedani. Ho una figlia ormai adulta, e le ho detto: vado a vivere lì. Sa come sono fatta». Nel 2017, armata solo di una valigia («È importante circondarsi solo dell’essenziale») è approdata alla stazione di Sagrado. Quindi l’ingresso nella casa albergo. La struttura è rimasta blindata per un anno a causa della pandemia. Solo da poco gli ospiti sono di nuovo liberi di uscire e Pia si è subito buttata sui suoi doppi turni al Pedibus. «Una delle prime cose che ho fatto a Gradisca è stato procurarmi il volantino. Anzi, per la verità l’ho strappato dal municipio. Ho voglia di rendermi utile e mi piace conoscere persone. Il lockdown è stato noioso per una persona attiva come me – se la ride –. Non guardo la tv dal ’91, così ne ho approfittato per immergermi al pc nei podcast di Daverio, Baricco e Barbero. Ora che posso di nuovo uscire e accompagnare a scuola i bambini sono davvero contenta». — © RIPRODUZIONE RISERVATA

Crema spalmabile di lattuga, noci e feta greca

Casa di Vita
Video del giorno

I dieci versi dalle canzoni di Battiato da appuntarsi e non dimenticare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi