Contenuto riservato agli abbonati

Lignano e Grado si preparano alla stagione balneare al via il 15 maggio: ecco le nuove regole

GRADO Nella riviera è partito il conto alla rovescia. Sabato 15 maggio, sia a Lignano che a Grado inizierà ufficialmente – sebbene senza cerimonie – la stagione balneare 2021. Tutti gli uffici spiaggia, come anche la gran parte dei locali, apriranno, insieme, nella stessa giornata. La sabbia è stesa e i picchetti sono (quasi tutti) in posizione: con le stesse misure dello scorso anno, il litorale dell’Alto Adriatico si prepara per un’estate Covid-free. Gli ombrelloni saranno distanziati, gli spiaggiaioli tracciati e le prenotazioni online caldeggiate.

Insomma, sia negli otto chilometri di arenile lignanese che nelle quattro spiagge dell’Isola d’Oro ci si attrezza, per la seconda estate di fila, alle vacanze da mare al tempo della pandemia. Alla stregua dell’anno passato, nei lidi liberi a Lignano i posti ombrellone saranno segnati con i picchetti: non ci si potrà, quindi, stendere liberamente, e lo stesso vale per il bagnasciuga. Niente bagni di sole in riva al mare, quindi.

«Il protocollo per l’organizzazione della spiaggia è lo stesso della scorsa estate – afferma Emanuele Rodeano, presidente della Lisagest spa –. Stiamo finendo di allestire la spiaggia per arrivare pronti e iniziare da subito senza sbavature». Dopo lo “stop” dello scorso anno, in spiaggia torna l’animazione: «Si comincerà dal primo giugno e sarà concentrata sul palco del Beach Village, allestito nella Beach Arena (ufficio spiaggia 7 di Sabbiadoro) – specifica Rodeano –. C’è, inoltre, qualche segnale positivo per le prenotazioni nel ricettivo, anche se austriaci e tedeschi chiedono garanzie sul potersi fare il tampone prima del ritorno nel proprio Paese».

E ci si aspetta proprio d’Oltralpe l’arrivo dei primi vacanzieri. Il week-end successivo al debutto della stagione è quello di Pentecoste e coincide, peraltro, con la 15esima tappa del Giro d’Italia: domenica 23 maggio (alle 13.15) i corridori partiranno da Grado per raggiungere Gorizia. Un’ulteriore occasione, per l’Isola del Sole, di presentarsi in gran spolvero.

«Da parte dei turisti, soprattutto tedeschi e austriaci, la voglia di raggiungere le nostre spiagge è tanta – rimarca Massimo Brini, assessore al Turismo di Lignano –. Se c’è bel tempo ci aspettiamo parecchi arrivi e, per questo, potenzieremo i controlli: bisogna evitare di vanificare i sacrifici fatti finora». 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi